Come scegliere uno smartphone cinese


Sono ormai vari mesi che anche in Italia sono disponibili diverse marche di smartphone cinesi. Alcune si dedicano quasi esclusivamente a commercializzare prodotti di fascia medio bassa, mentre altre aziende, come ad esempio OnePlus o Xiaomi, offrono una gamma più ampia di dispositivi, tra cui alcuni modelli che sono tra i migliori smartphone oggi disponibili sul mercato. Per scegliere un buon telefono cinese è importante fare attenzione ad alcuni particolari di fondamentale importanza.

Il modello migliore
Quando si acquista uno smartphone, oggi più che mai, è bene fare i conti con quelle che sono le nostre necessità specifiche. Lo stesso avviene quando si decide di comprare un prodotto made in China, anche se con qualche piccolo accorgimento in più. Anche se la maggior parte dei prodotti cinesi in vendita in Italia sono di buona qualità, conviene fare attenzione ai prodotti di fascia medio bassa, perché potrebbero dare qualche problema. Ci sono infatti diversi clienti che hanno trovato intere righe di testo non completamente tradotte, o anche telefoni non in regola con le garanzie di livello Europeo o ancora che non erano in grado di gestire le reti telefoniche presenti nel nostro Paese. Su tutte queste caratteristiche è bene informarsi per tempo, per non trovarsi con un dispositivo praticamente impossibile da utilizzare. Alcuni prodotti invece sono molto economici semplicemente perché montano componenti interne di scarsa qualità. Se tali componenti sono fondamentali, come ad esempio la CPU, allora conviene evitare di acquistare il prodotto.

Telefoni poco originali
Uno degli appunti che spesso viene fatto ai cellulari cinesi è la loro scarsa originalità. Effettivamente alcune marche cinesi si sono dedicate quasi esclusivamente a produrre delle repliche dei telefoni di punta di altre marche, più note e famose. Quindi si possono trovare in commercio smartphone che somigliano in tutto e per tutto all’ultimo modello di iPhone, o a uno dei prodotti di punta di Samsung o di Sony. La somiglianza spesso è solo esteriore, quindi nessuno creda di aver fatto il grande affare del secolo: questi prodotti in molti casi sono scadenti sotto tutti i punti di vista, a parte l’estetica. Certo è che il panorama è molto ampio, quindi si possono acquistare dispositivi prodotti in Cina di grande qualità, soprattutto per quanto riguarda i telefoni top di gamma delle case cinese. Anche nelle fasce intermedia e bassa ci sono ottimi prodotti, con un rapporto qualità/prezzo decisamente invidiabile. Come capire se il modello che stiamo acquistando è un buon affare o meno? Il trucco è semplice, basta verificare la componentistica installata e rapportarla a quella dei telefoni, di stessa fascia di prezzo, di altre marche non cinesi. Il risparmio a volte non si ottiene utilizzando una CPU obsoleta o uno spazio interno minimo, ma rinunciando a qualche cosa, come ad esempio usando fotocamere di bassa qualità o display non adeguati. Queste caratteristiche però possono essere di minore importanza per chi non usa lo smartphone pe fare fotografie o per guardare video. Dipende dalle esigenze del singolo acquirente, se si vuole il meglio conviene a volte spendere qualche euro in più.

Se ti è piaciuto, Condividilo!

Commenti

commenti

Comments are closed.