La temperatura ideale da avere in casa in inverno: benessere e risparmio energetico


Forse non tutti lo sanno, ma esiste una temperatura ideale da avere in casa in inverno, temperatura che consente a coloro che in quella casa vivono di ottenere un intenso benessere e che garantisce allo stesso tempo anche un eccellente risparmio energetico. La temperatura ideale è di 18-20°C.

Questa temperatura fa bene alla salute. Dopotutto infatti non è certo un caso se alle neomamme che stanno per lasciare l’ospedale proprio durante il periodo invernale viene consigliata questa temperatura per la cameretta dei bambini, non vi pare? Una temperatura di questa tipologia consente di respirare nel miglior modo possibile infatti, soprattutto perché si allontana il rischio che in casa vi sia un’umidità eccessiva e che si vengano a creare muffe. In una casa dove le temperature non sono eccessive, anche gli acari tendono a non comparire e a non proliferare, cosa questa davvero molto importante soprattutto per coloro che soffrono di allergia. In una casa dove si respira meglio, è importante sottolinearlo, anche il riposo notturno risulterà migliore per tutta la famiglia, dai bambini alle persone anziane.

Una temperatura superiore a questa non è assolutamente necessaria quindi e non consente neanche, come abbiamo appena avuto modo di vedere, di ottenere degli ambienti che possano dirsi davvero salutari. Una temperatura superiore inoltre comporta un aumento dei consumi davvero intenso. Sapete che basta scegliere una temperatura superiore anche di appena 1°C per far aumentare i consumi anche del 7%? Ovviamente per poter davvero risparmiare energia, scegliere la giusta temperatura da avere in casa non è sufficiente. Dovrete anche cercare di tenere sempre le finestre chiuse quanto il riscaldamento è in funzione, e magari anche le porte interne delle varie stanze, così che vi sia pochissima dispersione di calore. Dovrete sempre evitare di poggiare panni sopra i termosifoni o di coprirli con mobili o oggetti di varia tipologia. Dovrete inoltre scegliere una fornitura gas adeguata.

Per fortuna il mercato del gas è libero, un mercato concorrenziale dove i fornitori combattono tra loro a colpi di tariffe sempre più basse: capite bene che in un mercato di questa tipologia riuscire a scovare il fornitore più economico non sarà certo un problema. Ovviamente però il fornitore migliore non è solo quello che offre tariffe tra le più basse del settore, ma anche quello che permette di personalizzare le bollette e i pagamenti, che offre degli strumenti online che consentono di monitorare i consumi, magari anche, perché no, direttamente da smartphone, quello che elimina alla radice le fatture di conguaglio e che consente di spendere solo per il gas che è stato effettivamente utilizzato. Un fornitore di questa tipologia è ciò di cui oggi si ha bisogno, per riuscire a risparmiare ma anche per educarsi ad un consumo consapevole e avere così la possibilità di evitare ogni forma di spreco rendendo la propria casa confortevole e allo stesso tempo amica anche dell’ambiente in cui viviamo.

Con i consigli che vi abbiamo sopra fornito, siamo sicuri che la vostra casa questo inverno sarà impeccabile, in possesso della temperatura perfetta per il benessere della famiglia e in grado di garantire il massimo del risparmio.

Se ti è piaciuto, Condividilo!

Commenti

commenti

Comments are closed.